Off season Calabria. Walking the Greek roots

Ancient and ghost towns in the Aspromonte mountains

travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger

If you read my travel posts you know well that I’m not used to talk about famous and tourist destinations, but rather about hidden and lost places that almost nobody knows. Today I want to show you the most southern part of Calabria (a region of the Italian peninsula): some ancient and ghost towns in the moutains of Aspromonte, full of overhanging cliffs, winding roads and breath taking views. The most important village of the Greek enclave in Calabria is Bova, a little town conquered by the Old Greeks, where the Greek influence in architecture, religion and language was stronger than in all the other places of Magna Graecia and a Greek dialect is still spoken by people.

Visiting Bova and all the other villages around it you will see a stunning beauty but also an extreme feeling of decadence. Old walls invaded by grapevine shoots, used like nests from birds, the deep blue see on the horizon and loneliness all around. Calabria during its history has always been invested by raquetering,  natural disasters, a very strong emigration and  those events, that determinated a well established poverty, contributed to crack the beauty of its territory and let the people go away from it.

I’m from Calabria and I deeply understand what a person who was forced to move away from his home could feel; so for me the journey I’m telling you about is a state of mind much more than a physical travel.

Have you ever visit Calabria? What about the Greek Area?

 

Se avete avuto modo di leggere qualcuno dei miei post di viaggio sapete cosa aspettarvi: non luoghi famosi e consigli pratici, ma suggestioni provenienti da posti sperduti, fuori dai percorsi battuti, dalle guide turistiche e dai desideri dei vacanzieri. Oggi vi porto alla scoperta dell’estremo sud della Calabria; no, non sulle belle coste dal mare blu che pubblicizzano le riviste di settore, ma più in alto, nell’interno, sulle montagne dell’Aspromonte alla scoperta della Calabria grecanica.

Come è ben noto ai più la Calabria è stata meta di una massiccia colonizzazione da parte degli antichi Greci, tanto da essere battezzata proprio Magna Graecia. Le tracce di questo passaggio sono visibili in alcuni paesi arroccati sulle alture pietrose dell’Aspromonte, in posizione strategica: abbastanza impervi da essere difficilissimi da raggiungere e conquistare, ma con una visuale perfetta per contrastare attacchi nemici. Al centro di quest’area posta sul versante jonico dell’Aspromonte, chiamata Bovesìa, sta Bova, un borgo di pochi abitanti che è considerato la “capitale” culturale di quell’area grecofona che racchiude la minoranza linguistica di lingua greca in Calabria.

Gli echi della lingua e della cultura orientale si respirano ancora nelle strade e nelle chiese, ma si stanno gradualmente sgretolando sotto il peso di dell’emigrazione di massa e delle calamità naturali (frane e terremoti in primis) che hanno reso molti di questi paesi dei luoghi fantasma.

Ho visto muri di pietra invasi dai tralci rigogliosi della vite e grappoli d’uva tanto carichi da cadere marci sotto il loro stesso peso. Solo gli uccelli, che in quelle pietre fanno il nido godono della dolcezza di quei frutti. Camminando per le strade di Bova, che sta faticosamente cercando di invertire il cammino di decadenza grazie alla promozione turistica, si ha la sensazione di trovarsi nel paradiso terrestre un attimo prima della cacciata di Adamo. Uso questa metafora biblica perché è la sola che mi viene in mente per spiegare la bellezza straordinaria e intrisa di tristezza e decadenza che ho respirato qui.

Su uno sperone di roccia molto vicino a Bova si trova Roghudi vecchio. Arroccato in posizione molto impervia, questo borgo è ormai un paese fantasma, abbandonato dopo due violentissime alluvioni negli anni ’70. Raccontava un giornalista del Corriere negli anni ’50 di aver visto nei muri delle case enormi chiodi conficcati, dove veniva assicurata un’estremità di lunghe corde; l’altro capo si legava alle caviglie dei bambini, per evitare che questi precipitassero dalla parete a strapiombo sulla fiumara Amendolea su cui poggia l’abitato.

Venire in questi luoghi difficili, avamposti di una vera e propria guerra contro le forze della natura, la povertà, la criminalità eppure di una bellezza sublime e disarmante, richiede una disposizione d’animo particolare.

Ancora una volta a dimostrazione che il viaggio è una disposizione dello spirito, prima che del corpo…

travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel bloggertravel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel bloggertravel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger travel blog, travel tips, travel to italy, travel tips, Calabria travel, viaggiare calabria, calabria grecanica, itinerari viaggio, migliori blogger di viaggio, travel and photography, Bova, Aspromonte, turismo Bova, turismo aspromonte, bovesia, calabria grecanica, greci in calabria, roghudi, pentedattilo, best travel blogger

  • http://www.divadellecurve.com/ divadellecurve

    meravigliose queste foto, questo post mi ha fatto ricordare che il mio nonno calabrese diceva sempre di provenire dalla Magna Grecia. Quella con le ragnatele è piena di atmosfera. La mezza stagione al sud mi affascina sempre.

  • Vittoria

    meraviglia! bellissime foto e che regione stupenda! :-)

  • Mirta

    Love the photos! They remind me very much of Croatian towns in Istria and on the northern Croatian coast. But of course we all belong to the Mediterranean culture and share a part of history as well. Saluti da Croazia! :-)

  • sonia licata

    Quanta bellezza in queste foto e nelle tue parole…da brivido.

  • alessia milanese

    Ma quanto sono belle queste foto? Post favoloso, mi hai fatto sognare!!!!

    Alessia

    THECHILICOOL

    FACEBOOK

    Kiss

  • Angela

    Sono una decisa sostenitrice delle nostre origini greche!!!!….Questa testimonianza è meravigliosa….non conoscevo questo luogo ma sarà la meta del mio prossimo viaggio di certo….alla scoperta della Calabria! Thanks Anto!