Ethical Fashion Live Streaming

African Fashion and an Ethical Initiative

 

 

A live streaming fashion show on My Vintage Curves! I’m so excited to present it the Ghanaian designers Christie Brown and Kiki Clothing, that will showcases their collection for the first time in Rome, at Sara Lancisi in Borgo Santo Spirito today Sunday 7th July  2013 at 10.30 am (Italian time). The show will include labels like  Stella Jean e PortenierRoth, who selected ethical fabrics created in Burkina Faso and Mali by local communities.

The runaway show is arranged by The Ethical Fashion Initiative in cooperation with AltaRoma and want to promote luxury handwork produced  ethically by micro-artisans, 98% women,based in disadvantaged communities in East Africa, West Africa and in Haiti. The concept behind this initiative is based on business and profit that empowers people to work their way out of poverty.

To me the most important thing to say about this program is that The Ethical Fashion Initiative also includes a system of impact assessment, which defines the impact on the people involved in the initiative. These assessments measure how the trade generated impacts on poverty levels, health, housing, sanitation, access to education and gender issues etc

Una sfilata di moda etica in live streaming su My Vintage Curves! La sfilata si svolgerà oggi, domenica 7 luglio 2013 alle ore 10.30, da Sala Lancisi in Borgo Santo Spirito a Roma e noi potremo essere lì grazie allo streaming dell’evento che potrete guardare sopra. Sono eccitata anche perché del mio amore per la moda africana (stampe, turbanti, stole di ogni genere) e di quanto influenzi il mio modo di vestire ho già avuto modo di parlare in questo blog.

L’iniziativa è promossa da The Ethical Fashion Initiative in collaborazione con AltaRoma e a calcare la passerella sono gli abiti delle designer ghaniane Christie Brown e Kiki Clothing, che presenteranno le loro collezioni per la prima volta a Roma. La sfilata includerà anche brand quali Stella Jean e PortenierRoth, che hanno selezionato tessuti etici e realizzati a mano nelle comunità del Burkina Faso e del Mali attraverso le infrastrutture dell’EFI.

The Ethical Fashion Initiative (EFI) ha l’obiettivo di creare prodotti di lusso, ma in maniera etica. Si serve perciò di micro artigiani, il 98% donne, che vivono in comunità svantaggiate dell’Africa orientale, occidentale e di Haiti. Fino ad ora questo sistema è riuscito ad integrare con successo oltre 7000 micro artigiani che producono moda per marchi o distributori come Stella McCartney, Ilaria Venturini Fendi, Vivienne Westwood, Chan Lu, Sass&Bide, Osklen, United Arrows, Myers and Manor.

Un dato che mi sembra poi importantissimo sottolineare è che il programma prevede un sistema di misurazione dell’impatto sulle persone, ossia del modo l’attività generata influenzi i livelli di povertà, la salute, l’alloggio, l’igiene, l’accesso all’istruzione, e alle questioni di genere ecc. Quindi l’obiettivo è quello di creare un’occupazione vera e fornire un volano per la costruzione di un’economia solida a lungo termine.

Io queste iniziative le sostengo!

 

 

  • http://www.divadellecurve.com/ divadellecurve

    stupende me le sono godute a pieno, specie le collezioni di kiki clothing e di stella jean, rispecchiano moltissimo anche il mio gusto a parte per la conmbinazione di stoffe e colori, ma per tagli e design molto femminili, grazie per aver condiviso ;)