The beleaguered art of fashion criticism

A new fashion column on my blog: Episode 1

I want to introduce a brand new column on blog. It’s called ”The beleaguered art of fashion criticism” and I drew inspiration from two nice pieces: the first, published on The Daily Beast e written by Robin Givhan, and the other one, called “The beleaguered art of fashion criticism“, appeared on The Toronto Star. They both talk about criticism in fashion world in an interestind way. Read them if you can!

And now here what I’m going to do in this column: reshuffle the cards, analyzing some of my outfits (the ones you criticized the most) in a critical way, attempting to find better solutions. I’m using sketches, diagrams and pictures to show you the whole process.

The first episode of ”The beleaguered art of fashion criticism” focus on my latest outfit,  ”Fashion experiments and experimenters“, that received a lot of negative comments, expecially because of the sweatshirt.

You said that:

- this sweatshirt is ugly /you don’t like sweatshirts

- you don’t like the color of the sweatshirt

- you don’t like the pattern of the sweatshirt

- You would have liked  a hooded sweatshirt

- you would have liked a neutral tone for the pencil skirt (even if grey is actually a neutral color)

To me neither of these options identify the mistake in this outfit. I think it’s all about wrong proportions.

A shorter sweatshirt would be better to show the hips curve and some stronger points like a darker belt and same color’s shoes would have highlighted a hourglass shape, making me look curvy but not stocky.

I suppose you’re asking yourself what’s the point in doing that, it takes much more time than wearing something else and uploading other pictures.

Well, I have a mind to describe you how I buid my outfits and what is behind the photos you  see and the words you read in my blog.

I really hope this column will encourage you to be more objective about yourself and other people and not to be afraid of telling what you think, in a productive way.

See you at the next episode!

Grazia’s contest is still on the way. Please vote me here

Oggi inauguro la mia prima rubrica. Si chiama, come leggete nel titolo, “The beleaguered art of fashion criticism” ovvero (traduco liberamente) “La fine e trascurata arte della critica nel mondo della moda“. Il nome è un po’ lungo, ma non ho intenzione di usare acronimi, mi piacciono i titoli in stile Wertmuller.

Ho tratto ispirazione da due interessanti articoli; il primo, apparso su The Daily Beast e scritto da Robin Givhan, e l’altro, intitolato proprio “The beleaguered art of fashion criticism“, apparso sul Toronto Star, che lo cita e ne analizza il caso. Entrambi hanno come oggetto l’esercizio della critica nel mondo della moda.

Passo dunque a illustrarvi il tema e l’origine dell’idea. Ho spesso parlato nel mio blog del diritto-dovere dei fashion blogger di esplorare nuove strade e del correlato e sacrosanto diritto dei lettori di criticare l’operato dei suddetti blogger.

Ho deciso dunque di rimescolare le carte e provare un’operazione secondo me nuova nel mondo del fashion blogging, ossia partire dalla critica all’outfit per mettere in piedi un’analisi, questa volta autocritica, e riproporre l’outfit in versione riveduta e corretta. Non si tratterà di accogliere tutte le opinioni in maniera indistinta, ma di cercare di capire, attraverso bozzetti, grafica e immagini cosa c’è di migliorabile nel look preso in esame.

Vi dico già che non è una cosa facile e richiede un dispendio di energie intellettuali e fisiche non indifferente, a confezionare questo post ci ho messo due giorni, 20 volte il tempo che avrei impiegato a cancellare l’outfit criticato e a riproporvelo in una nuova versione. Qualcuno di voi potrebbe domandarsi, lecitamente, chi me la faccia fare.

L’amore per la causa, rispondo io. Il desiderio di rendere pubblico il processo che sta dietro a questo blog e promuovere ancora una volta, portandolo ad un livello superiore, l’esercizio della critica come strumento di crescita. Non credo alle verità rivelate, ma all’interazione e vi invito a interagire con me.

La rubrica non avrà una cadenza fissa, ma seguirà l’andamento del blog e le vostre reazioni alle mie proposte di outfit. Quindi più mi criticherete più puntate di questa rubrica sarete costretti a sorbirvi :)

Ed ora entriamo nel merito del 1 episodio:

Il mio ultimo outfit “Fashion experiments and experimenters” è stato subissato di critiche negative, che si concentravano soprattutto sulla felpa. Mi avete detto che:

- la felpa è brutta/non vi piace

- non vi piace il colore della felpa

- non vi piace la forma della felpa

- avreste preferito una felpa colorata

-avreste preferito una felpa con cappuccio

- avreste preferito una pencil skirt in toni neutri (anche se il grigio E’ un colore neutro)

Dopo un’analisi della paletta colori, una rapida scorsa alle immagini di altre blogger che propongono il trend felpa + gonna a tubo, un piccolo, ironico, collage dedicato all’ossessione per la tiger sweatshirt di Kenzo e una serie di schizzetti e schemi che ho fatto per studiare la cosa vi dirò che secondo me la cosa sbagliata di questo outfit non ha a che fare con quasi nessuna delle vostre osservazioni.

Ciò che non funziona sono la lunghezza della felpa e l’assenza di punti forti che definiscano le proporzioni.

Ho dunque accostato la foto della realtà ad una in cui ho reso la felpa più corta, per lasciare in vista la linea dei fianchi e scurito il colore della fusciacca e delle scarpe, attribuendo loro un color borgogna, in modo da accentuare la silhouette a clessidra grazie al contrasto di colore.

Secondo me il look ci guadagna molto.

E’ pleonastico dire che aspetto i vostri commenti, obiettivi e costruttivi.

Alla prossima puntata!

Il concorso di Grazia per le nuove IT bloggers è ancora in corso, votatemi qui.

Color palette

 

  • http://www.impulsemag.it/ Elena

    Brava Antonietta, ottimo lavoro, complimenti davvero!

    • http://myvintagecurves.it/ My Vintage Curves

      Grazie Elena, lo apprezzo molto!

  • Katty

    Love love love the new column! It is really helpful and it looks soooo pretty too, just like something from a magazine. Great post!

    • http://myvintagecurves.it/ My Vintage Curves

      Thank you so much Katty!

  • Cecilia

    Mi piace molto la passione che metti nei tuoi post e mi piacerebbe discutere con te della tecnica! Usi photoshop?
    Veniamo alle critiche (se proprio ci devono essere). Personalmente non tovo tutta questa differenza tra le due versioni. Le proporzioni sono comunque abbastanza azzeccate. Mi sembra piuttosto che nel complesso la mise manchi un po’ di decisione. Ad esempio: scarpe troppo per bene, colori tutti troppo tenui., financo troppo tutto giusto. Il particolare sbagliato o azzardato dà personalità e questo è anche piu’ importante della propria forma (che va comunque bene)!! Ho esagerato?
    http://modeskine.blogspot.com

    • http://myvintagecurves.it/ My Vintage Curves

      Esagerato? Al contrario. Le tue riflessioni sono giuste e le condivido!!!!
      Quanto alla tecnica (chiamarla tecnica è una parola grossa) disegno a mano, con penna o matita e poi coloro, correggo e rifinisco con photoshop

  • http://www.divadellecurve.com/ divadellecurve

    io apprezzo molto questo post e trovo che abbia intuito il modo giusto di vivere l’outfit blog. Penso che avere un blog aiuti molto se preso nel modo giusto. Io continuerei a non farmi piacere le felpe, ma per come hai reiventato l’outfit, riesco a farmi piacere questa felpa su di te. Tra l’altro sotolinei un concetto che proprio di recente ho visto discusso da una stylist. Sosteneva che per una ‘curvy’ (senza fare distinzione di conformazione) la lunghezza perfetta per un blazer era come la tua prima immagine con la felpa, a suo dire allungava e ‘slanciava’ di più (visto che conferisce un senso verticale maggiore). Io da poco ho scoperto il trucco di inventarmi una vita che non ho abbinando gonna a blazer più cortino e trovo che una donna ‘curvy’ non dovrebbe porsi come solo oviettivo lo slanciare, bensì esaltare le sue curve come secondo me tu hai fatto nella seconda opzione. Brava

    • http://myvintagecurves.it/ My Vintage Curves

      Marged, ho notato e commentato la discussione della stylist a cui ti riferisci. Ed ho avuto la tua stessa impressione ;)

  • PescaraLovesFashion

    E’ davvero una bella iniziativa!PESCARA LOVES FASHION blog!

  • Louise Elisabeth

    You are so right about the whole proportion thing (its just that your eyes register something and your mind picks something easy to blame such as the color of your sweatshirt). Love the eddited look!

    xx

    liquoriceandpumps.blogspot.com

  • LaFra

    Mi piace molto questa rubrica e in generale l’impegno che metti nel blog, il tentativo di farlo diventare qualcosa di utile, non solo un modo di autocelebrarsi. Brava!
    Per quanto riguarda l’outfit, in generale non mi piace il voler mixare generi così distanti come lo sportivo (la felpa) con il formale (la gonna a matita ed il top), ma mi rendo conto che è un problema mio, la sperimentazione fa parte dell’essere faschion blogger, portarla nella vita di tutti i giorni mi riesce difficile … ( e non sono una faschion blogger…).

    • http://myvintagecurves.it/ My Vintage Curves

      Non dobbiamo dimenticare che l’obiettivo della moda dev’essere quello di sentirsi a proprio agio. Se osare ti mette a disagio, è sacrosanto che tu non lo faccia!

  • Lostileungioco

    sei la prima blogger che leggo che mette in discussione il proprio outfit, e devo dire che ci vuole coraggio e umiltà… quindi ti faccio i miei complimenti più sinceri.
     mi piace tantissimo la versione rivisitata sopratutto perchè hai accorciato la felpa e trovo l’outifit rivisitato meno serioso e più fresco rispetto alla versione originale ed ora mi sembra perfetto. :)
    un bacione,
    V

  • Dora

    Non è sicuramente facile portare avanti una rubrica così quindi complimenti! :)
    xoxohttp://blog.dorafashionspace.com

  • http://cuvymommystyle.wordpress.com/ Stremamma

    Questo post mi piace proprio: per come hai sviluppato la grafica e il testo.
    Ottimi consigli. Lo condivido subito.

  • Marcella Camilla

    Prima di tutto vogliamo farti i complimenti, mettersi in discussione davanti alle altr persone è una cosa davvero “coraggiosa”!!
    Hai sicuramente fatto un lavorone per scrivere questo post!!
    Però è proprio vero cambiando la lunghezza della felpa cambia proprio tutto l’equilibrio dell’outfit e migliora davvero molto secondo noi!

    XOXO

    Marci&Cami

    http://www.paillettesandchampagne.com

    VUOI VEDERE
    PAILLETTES&CHAMPAGNE NELLA IT.FAMILY DI GRAZIA?’!
    VOTACI TUTTI I GIORNI QUI
    http://blogger.grazia.it/blogger?id=305
    BASTA CLICCARE SUL CUORE
    GRAZIE!!!!!!!

  • http://twitter.com/GiuliaFederig Giulia Federigi

    Innanzi tutto ti faccio anche io i complimenti per il post, si vede quanto ci hai lavorato. Hai ragione sulle proporzioni con l’altra felpa il look è molto meglio :)

    http://thefashionshadowbygiulia.blogspot.it/

  • http://twitter.com/GuyOverboard Guy Overboard

    Al di là dell’ottima idea di rubrica, ti parlo da uomo che guarda un “suo” capo indossato. Non sarei stato in grado di darti dei consigli come è successo con le altre, poichè non è mio “campo”, non ho nozioni di stile donna quindi non saprei cosa dire. Ciò nonostante riconosco che c’è un miglioramento visivo (che è al massimo quello che posso constatare) nell’aver accorciato la felpa, cambiato il colore a scarpe e della fascia in vita.

    Detto questo, io credo che ci sia ancora un errore. Tutti i modelli che hai preso in riferimento sono comunque modelli di felpe diversa dalla tua. La tua è quella che potrebbe essere definita una sweater, ossia è aperta, con una zip, e delle tasche. Nelle foto invece quella è sì una felpa ma definibile come jumper, cioè una felpa (in pratica) chiusa.

    E i due modelli cambiano notevolmente. Una felpa aperta, per quanto possa essere chiusa con la zip, è nelle proporzioni (soprattutto del petto) realizzata in modo diverso da una jumper. Infatti in tal senso capita che la taglia di una felpa aperta e la taglia di una jumper siano diversi: per la felpa aperta di norma la taglia è più piccola, mentre per la jumper c’è bisogno di una taglia quasi simile ad una maglietta. La mia idea è che quindi sia proprio inadatta quella felpa al tuo corpo, probabilmente perchè non è della taglia adatta.

    Al di là di questo poi, come dicevo nell’altro commento, credo che la felpa sia brutta. Trovo superflui i rigonfiamenti (simil giacchetto da motociclista) sulla fine del gomito, la targhetta in petto con i rivetti che poi si ritrovano anche nelle tasche. E poi in generale l’utilizzo di quei codici scritti come elemento decorativo.

    Quindi riassumendo, secondo me in questo look era adatta una jumper e non una felpa con zip e tasche. Se avessi voluto scegliere una felpa dal guardaroba di tuo fratello, purtroppo (secondo me) tuo fratello non aveva la taglia adatta al tuo corpo.  :)

  • Lisa

    E’ sempre bello leggere i tuoi post perche’ hai un punto di vista critico ed obiettivo anche sulle cose che indossi tu. Ottima l idea di questa nuova rubrica!!!

  • alessia milanese

    Molto bello il tuo post. Anche secondo me con quella più corta il look è più bello!!
    AlessiaTHE CHILI COOLFACEBOOKYOUTUBEKiss

  • Fabrizia Spinelli

    Ma è un’ottima idea per una rubrica, inoltre è produttiva!!! Buon San Valentino!

    Torna presto a trovarmi su Cosa Mi Metto???

    Win a Brighthouse Baubles necklace!!

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1215977036 Greta Miliani

    Ti apprezzo, perché accettare le critiche ed essere autocritici sono due grandi doti.
    Ci credo che questo post ti ha preso tanto tempo, ma il risultato finale è davvero meritevole.

    baci,G.Vuoi aiutare In Moda Veritas ad entrare a far parte della IT FAMILY di Grazia.it? Vota cliccando qui e poi sul cuoricino. Grazie mille <3IMV su FacebookIMV su Bloglovin’

  • valentina coco

    bellissimo questo post…complimenti!!
    http://WWW.ZAGUFASHION.COM
    ZAGU FACEBOOK PAGE
    bloglovin follower

  • sabrina

    anche secondo me il look modificato nella seconda versione ci guadagna.
    è sempre bello cimentarsi in questi esperimenti di abbinamenti.
    bella rubrica !!
    un bacio!!
     Freaky
    Friday

    Freaky Friday
    Facebook Fan Page

     

  • Giulia Pergolati

    Trovo l’outfit nettamente migliorato, ma non mi convince ancora. Continuo a sostenere la mia tesi: una gonna di un colore diverso abbinata ad una felpa colorata con cappuccio. Però devo farti i complimenti per la rubrica: un’ottima idea! Non smettere :)

    THE RED GIRL SMILE – fashion & beauty blogFACEBOOK PAGETWITTER

  • Giorgia Marino

    Dunque… l’idea è proprio da te, e capisco che tu ci investa del tempo, secondo me ha perfettamente senso.

    L’outfit sì, c’ha guadagnato. Però io mi pongo sempre allo stesso modo, nei confronti di questo look. Anche dopo la scorciata e i tocchi di colore. Penso che non mi vestirei mai così ma che su di te acquisisca un senso :)

    Non so se è una cosa bella o brutta. Però è la MIA cosa e ci gioco io U.U

    :*

    • Antony Fiore

      Giorgia io sono d,accordo con sicuramente non è il tuo stile,visto che hai due cuscini apposta del sedere,poi sei senza seno..non credo che vada bene..ciao il tuo!:-)

  • http://profiles.google.com/cc.cheapischic Gemma Contini

    Che pazienza!! Hai fatto un ottimo lavoro, ed è stata un’idea originalissima, brava! Il risultato è soddisfacente!

  • Daddysneatness

    Mi piace molto questa tua nuova rubrica, interessante e geniale! E’ vero, c’è una bella differenza! ;D

    Bellissimo il tuo giacchino!
    Baci,

    Benedettawww.daddysneatness.blogspot.com

  • Asstyleanddesign

    Very interesting!!!!!!
    Its true that a look can improve with some modifications.
    We find you in the post of Josep. Do you want to follow each other?

  • ValeriaPalamariuc

    Molto interessante questa idea, ci piace <3

  • GIULIA DAZZAN

    si, trovo che con le modifiche l’outfit ci guadagni moltissimo!
    giulia
    http://www.lediablerose.com

  • Sue

    You are right. I like the first outfit in terms if colour, even though I am not crazy about the sloppy sweatshirt with the beautiful skirt, scarf and top. But that’s just styling taste, that’s ok. But the second outfit is much better. The colour and proportions are much better. Thanks for taking us through the process. Grazie!

  • Loveandstuds

    ottimo post! il reload del look è ok ora! ahah!

    http://www.loveandstuds.it

  • V Ommiodiomisposo

    Sinceramente non mi piace l’accostameto felpa pencil skirt, ma è una mia personalissima opinione. La nuova versione mi piace di più e la palette di colori ti dona moltissimo, amo la gonna a matita, ne ho una (blu navy) che metto e rimetto, ma mai con la felpa. Penso che sia stata una sperimentazione interessante.
    V.