On the catwalk…for fun

My experience as a curvy model at Fattaperpiacere

As I told you in this post I joined the curvy fashion event Fattaperpiacere during the Milan Fashion Week and, it’s quite strange to think about me in this role but :-) , I have my very first experience as a curvy model, walking the runway for some of the best Italian brands specialized in clothes for girls with curves. The owners were kind and helpful, they let me choice my favourite items to wear. The Project creator Maria Anna Zerbini was bright and supporting with all the bloggers (including me that I’m a little bit absent minded!)

I had three outfit: Karen Derek Italia, Aile Curvy Fashion and Officina della Moda.

I want to thank once again the lovely Karen Derek designer, who gave me the the most comfortable and versatile dress I’ve ever worn in my life (I showed it in the “One dress three ways” post) and made my make up for the show.

I fell in love with Aile‘s clothes. They have a young, elegant fit. Their unique clothes are designed with high attention to the choice of fabrics, selection of colors and made in accordance with the best Italian traditions. I expecially loved the jackets. And take a look at the jumpsuit: I think it’s absolutely amazing!

Officina della Moda is an example of genuine Italian creativity, seven brothers (Antonio, Elisabetta, Giovanna, Lanfranco, Maria Grazia, Patrizio, Remigio) that design and produce quality clothes, their artful tailoring and sartorial fit make Officina della Moda a great choice for curvy women and skinny ones as well. I wore a boucle coat (I loved it), a basic black top and a extra comfortable stretch pencil skirt. So ladylike!

A special mention goes to Dea London.

Dea London  was founded by Jelena Fehmi, an expert in tailoring, pattern cutting and sewing, who for a number of years contributed her skills to creative teams at some of the most established UK fashion labels. Jelena and her coworker are so lovely! The brand design focus on correctly balanced cutting lines that create an optical illusion and slim down the silhouette, bringing out the beauty of a fuller body shape. My favourite item is pink-grey trench coat, perfect for my pear shaped body.

I spent pleasant time chatting with Jelena about fashion, modeling, hard work, English, Ucraine and Italian traditions. Dea London is a young brand and I wish it the best of luck, it deserve it! In the meantime look at Slink magazine issue 7, the featured Dea London in 3D!

I want to thank Martina Chiara Milan (she was the official photographer of the event) and Marco Distaso for the pictures you see below. I couldn’t use my camera during the fashion show!

Are you curious to see the photos? Let’s get started!

Come anticipatovi in un dei post precedenti, la scorsa settimana, anzi ormai quasi due settimane fa, ho partecipato all’evento Fattaperpiacere, dove per la prima volta in vita mia ho sfilato come modella curvy. E’ stato molto divertente, lo spirito di questa particolare passerella era giocoso e le blogger hanno avuto l’opportunità di incontrare le aziende specializzate in taglie grandi e scelto i loro capi preferiti da indossare durante la sfilata. Le aziende sono state disponibilissime e l’organizzatrice dell’evento Maria Anna Zerbini ha aiutato tutte, compresa me che sono un po’ sbadata, a godersi al meglio l’evento. Io ho scelto di indossare abiti Karen Derek Italia, Aile Curvy Fashion e Officina della Moda.

Un ringraziamento particolare va ancora una volta a Karen Derek, per avermi regalato l’abito più comodo e versatile che abbia mai avuto in vita mia. Date un’occhiata al post “One dress three ways” per vedere in quanti modi è possibile indossarlo! La stilista si è persino occupata di farmi il trucco, visto che io non sapevo neanche darmi una mano di fondotinta :-)

Di Aile mi sono innamorata subito. Adoro la loro linea di abiti giovani ma allo stesso tempo eleganti, disegnati con attenzione ai particolari e con una cura del dettaglio tipica della migliore scuola italiana. Ho amato particolarmente le giacche e poi date un’occhiata alla tuta: è semplicementete meravigliosa

Officina della Moda è un brillante esempio di creatività italiana. L’azienda, gestita in tutte le sue fasi da sette fra fratelli e sorelle  (Antonio, Elisabetta, la stilista, Giovanna, Lanfranco, Maria Grazia, Patrizio, Remigio) propone capi di taglio sartoriale e vestibilità perfetta, adatti sia a donne formose che filiformi. Ho indossato un cappottino tre quarti di boucle e una gonna a tubo che ho trovato subito perfetta, morbida, ma nello stesso tempo adatta ad avvolgere le forme esuberanti del mio sederotto.  L’insieme è elegantissimo e ultra femminile.

Una menzione speciale alla casa londinese Dea London,  fondata circa un anno fa da Jelena Fehmi, che per anni ha lavorato per i maggiori brand inglesi di moda. Jelena e Kiki sono due persone gradevolissime, ho passato un bel po’ di tempo a chiacchierare con loro di moda, modelle, duro lavoro e tradizioni di diversi paesi. Dea London è un marchio giovane, che veste i diversi tipi fisici con accorgimenti atti a valorizzare la silhouette creando illusioni ottiche ad hoc. Ultimamente alcuni capi del marchio sono stati indossati da Bree Warren su Slink magazine numero 7, dateci un’occhiata se potete!

My Vintage Curves for Karen Derek Italia. Picture Marco Distaso

My Vintage Curves for Karen Derek Italia (back). Picture Marco Distaso

My Vintage Curves for Ailé Curvy Fashion. Picture Martina Chiara Milano

My Vintage Curves for Ailé Curvy Fashion. . Picture Marco Distaso

My Vintage Curves for Ailé Curvy Fashion (back). Picture Marco Distaso

My Vintage Curves for Officina della Moda. Picture Martina Chiara Milan

My Vintage Curves for Officina della Moda. Picture Marco Distaso

 

  • Nieco Starsza Dziewczyna

    Thank you and observe :-) )

  • Jasmine Alvarez

    beautiful :-)

  • http://www.divadellecurve.com/ divadellecurve

    l’abito di Karen Derek che hai indossato era bellissimo, la tuta Aile ti stava molto bene anche se in queste foto non rende l’idea secondo me 

    • http://myvintagecurves.it/ My Vintage Curves

      Sarebbe stato bello fare un vero e proprio shooting fotografico. L’abito di Karen Derek l’ho poi indossato e fotografato a casa, mi sarebbe piaciuto tantissimo fare lo stesso con la tuta di Aile!

      • http://www.divadellecurve.com/ divadellecurve

        con Karen Derek infatti lo puoi fare facilmente, con la tuta potevi chiedere qualche foto personalizzata in realtà. Io ho preferito che le mie foto della sfilata fossero rimosse, i capi erano belli, ma non mi valorizzavano per nulla e sinceramente si vedeva proprio che quel giorno avevo la febbre e la pressione a zero.

        • http://myvintagecurves.it/ My Vintage Curves

          Hai ragione, ma nel turbinio degli eventi non ho pensato, come anche le altre, a farmi fare degli scatti “da ferma”, forse perchè sono di gran lunga più a mio agio nel fare le foto piuttosto che nel farmele fare. Peccato che tu abbia rimosso le tue, documentavano comunque un’esperienza piacevole e nel contesto non si poteva certo ottenere la perfezione di fitting e immagini. Io le ho pubblicate con questo spirito.